''Il cuore di un pazzo è nella sua bocca, ma la bocca di un uomo saggio è nel suo cuore''

Benjamin Franklin

La bocca e la cavità orale

Il cavo orale, come è noto, è delimitato all’esterno dalle labbra e dalle guance, mentre all’interno è costituito dall’arcata dentaria superiore e inferiore, dal palato duro e dal pavimento della bocca.

Il palato duro separa la cavità orale dalle fosse nasali, mentre più indietro il palato molle, attraverso il velopendulo, funge da diaframma mobile rispetto al rinofaringe. A seconda del suo stato di contrazione o di rilasciamento il palato molle può contribuire
alla suzione, alla deglutizione o alla fonazione.

Il pavimento della bocca è occupato dalla lingua, su cui si trovano le papille gustative, che ci fanno percepire il gusto.
Della regione della bocca fanno parte anche le ghiandole salivari maggiori (ghiandola parotidea, ghiandola sottomascellare e ghiandola sottolinguale) che si trovano sull’angolo della mandibola e sul pavimento della bocca, e le ghiandole salivari minori distribuite su tutto il palato molle e sulla faringe.

La bocca e le ghiandole salivari hanno un ruolo fondamentale nella masticazione, nella insalivazione del cibo e nell’attività gustativa. Ma non basta: la lingua insieme alle labbra e ai denti consentono, com’è noto, anche l’articolazione della parola.

La Faringe

La faringe ha una struttura a forma di imbuto cavo che si estende fino all’esofago e alla zona laringo-tracheale.

Si possono distinguere, dall’alto al basso, tre regioni della faringe:

  • Il rinofaringe, una prosecuzione posteriore alle coane, scende sino alla parte superiore del velo-palatino. La volta rinofaringea presenta due strutture molto importanti: la vegetazione adenoidea (organo linfatico che fornisce le difese immunitarie al bambino) e l’orifizio della tuba di Eustachio (situato un centimetro dietro il turbinato inferiore) che permette l’areazione dell’orecchio medio”
  • L’orofaringe sfocia sul davanti nel cavo orale e si estende dal bordo libero del velo palatino fino un piano fatto passare per l’osso ioide, che costituisce il punto di unione tra mento e collo. Nell’orofaringe sono contenute le tonsille palatine e la tonsilla linguale, posta alla base della lingua.
  • L’ipofaringe, ultima parte della faringe, corrisponde alla zona in cui il boccone (bolo alimentare) scorre prima di giungere nell’esofago.

La faringe esplica tre importanti funzioni:

  • attraverso una corretta contrazione della zona velo-faringea, favorisce la deglutizione del bolo alimentare;
  • permette la respirazione attraverso la chiusura dell’epiglottide;
  • consente l’emissione della voce grazie alle modificazioni suscitate dal variare delle tensioni alla muscolatura faringea.

Struttura degli Organi dell' Apparato Respiratorio